Altri prodotti enogastronomici

La Valtellina è un territorio ricco di eccellenze che spaziano tra i dolci e le confetture. La Bisciola della Valtellina è un tipico dolce derivante da una tradizione ultracentenaria, è il classico dolce nato dalla combinazione di prodotti poveri con limitato apporto di zucchero. Le confetture tipiche nascono dalla raccolta di frutti da bosco cresciuti spontaneamente nel sottobosco della Valtellina: mirtilli e fragole ne sono due esempi. Non si possono dimenticare i funghi che in Valtellina rappresentano una forte realtà sempre in crescita, grazie a numerose aziende che continuano una tradizione nata a cavallo tra Ottocento e Novecento.

Tra i prodotti enogastronomici della Valtellina spicca il Galletto, un prodotto avicolo introdotto in Italia nel 1972 da un’azienda locale ancora oggi leader del mercato italiano. All’estero il volatile è conosciuto come Coquelet, Stubenkucken e Cornish game hen.

  • Bisciola della Valtellina: ricetta

    Ingredienti:

    • 200 grammi di farina bianca;
    • 50 grammi di farina integrale di segale;
    • 20 grammi di burro;
    • 40 grammi di zucchero;
    • 50 grammi di uvetta;
    • 20 grammi di noci;
    • 10 fichi secchi;
    • 1 tuorlo d’uovo (il rosso);
    • un cubetto da 30 grammi di lievito di birra (si trova nel banco frigo);
    • un pizzico di sale.

    Fate sciogliere il cubetto di lievito in acqua tiepidina (non bollente!) aiutandovi con un cucchiaino per farlo sciogliere al meglio. In una bacinella mettete l’acqua con lievito e poco alla volta unite le due farine. Girate fino ad ottenere un impasto omogeneo. A questo punto unite l’uvetta, le noci ed i fichi secchi. Impastate e lasciate riposare almeno per un’ora (tempo minimo di lievitazione). A lievitazione ultimata spennellate la pagnotta con il tuorlo e fatela cuocere in forno a 200 gradi per 50 minuti.

    Fonte: Valtellina in Tavola